La Gazzetta degli Imbecilli
10/12/2019      REDAZIONE
Quelli di google sono dei pusillamini

23/12/2009
Il mistero delle dodici palline blu cobalto
2009/2010 - Pensiero della settimana
Clicca e Guarda 849 Download

Per scaricare la partita sul proprio PC cliccare con il tasto destro del mouse su 'download' e scegliere 'salva oggetto con nome'.
Se volete la partita su DVD richiedetela direttamente alla redazione che in limiti di tempo ragionevoli e alla modica cifra di 20Euro spedizione compresa recapiterà direttamente a casa vostra il DVD. Un idea geniale per un fantastico regalo.
Ovviamente il DVD avrà una qualità d'immagine molto migliore della versione scaricabile via download.
Geronimo scrive il 23/12/2009 alle 16:05 Ip= 151...

Scende la neve
bianco il colore
per ogni fiocco
un soffio nel cuore
si scioglie neve
spunterà un fiore
arcobaleno di mille colori!

Il Testo scrive il 23/12/2009 alle 01:52 Ip= 93....

Le dodici palline blu cobalto erano meravigliose e lui restava lì a guardarle ammirato e sognante.
Era un anno, forse due che le rimirava.
Erano palline magiche, pensava, così magiche che:

se ne lancio una in aria questa: torna giù.
Se la faccio rotolare questa: rotola.
Se la metto in bocca ha il sapore: non ha sapore.
Se le tengo tutte in tasca fanno il classico rumore: di dodici palline blu cobalto in una tasca.
Magari sono appartenute ai dodice re delle dodici tribù del fantastico Regno della Dozzina magica.
Magari ognuna è il sogno di una principessa rimasta prigioniera di qualche stregone, un messaggio d’aiuto o un messaggio d’amore per uno dei dodici prìncipi delle costellazioni.

Brillano e se spengo la luce: non le vedo più.
Sono fredde e se le scaldo: si scaldano.
Sono molto scaltre lì ferme e silenziose: immobili.
Sono rotonde e all’apparenza prive di difetti ma: a guardarle bene si notano dei graffi.
Magari sono una per ogni bambino che ha cercato di comprenderle ed ora da qualche parte c’è un bambino che ha 13 palline blu cobalto che sta rimirandole meravigliato chiedendosi a chi sono appartenute e allora improvvisamente i bambini sono milioni di miliardi ognuno con tante palline quanti sono i bambini che le stanno ammirando in un infinito gioco di specchi. Il vero senso di tutto ciò.
Magari sono universi interi che sono finiti nella mia tasca e senza rendermene conto, porto con me infiniti.

Sono dodici palline blu cobalto e sono nella mia tasca e non le faccio vedere a nessuno.
Ognuna una magia che aspetta di essere scoperta.
Ognuna un sogno che aspetta di essere sognato.
Ognuna una risata che aspetta in un cassetto.
Ognuna una lettera a babbo natale, polo nord.

Sono le mie palline.
Me le ha date papà prima di partire.
Quando tornerà ne parlerò con lui.

E’ un anno, forse due, che le guardo ammirato e sognante.


Se hai inserito un commento e non lo vedi premi F5 per ricaricare la pagina

This site is run by www.marcogiunco.com