La Gazzetta degli Imbecilli
21/11/2019      REDAZIONE
Quelli di google sono dei pusillamini

28/01/2012
Urago Oltremella Basket - Angeks Bk Pontirolo
2011/2012 - Prom. Femminile - Girone A (Brescia)
1° Quarto 335 Download
2° Quarto 295 Download
3° Quarto 273 Download
4° Quarto 237 Download
Interviste 291 Download

Per scaricare la partita sul proprio PC cliccare con il tasto destro del mouse su 'download' e scegliere 'salva oggetto con nome'.
Se volete la partita su DVD richiedetela direttamente alla redazione che in limiti di tempo ragionevoli e alla modica cifra di 20Euro spedizione compresa recapiterà direttamente a casa vostra il DVD. Un idea geniale per un fantastico regalo.
Ovviamente il DVD avrà una qualità d'immagine molto migliore della versione scaricabile via download.
Cronaca, Tabellini e giudizi scrive il 31/1/2012 alle 15:52 Ip= 88....

Siccome in Lombardia c’era aria di neve, cosa di meglio che inventarsi un sabato sera in quel di Gavardo per vedere se una bianca coltre avesse provveduto a rendere il paesaggio dell’alto bresciano incantevole? Detto fatto ed eccoci in partenza per il regno del Conte di Virle, in arte Emilio Rana, per assistere ad un eclatante Urago-Pontirolo Nuovo, un match da brividi con le due squadre appaiate in classifica… a quota zero. Alla stessa quota ci sarebbe anche il Lussana ma solo perché è fuori classifica essendo il farm-team della consorella presente in B. In un clima decisamente pre-neve con tanto di indicazioni flash autostradali che indicavano di utilizzare gomme da neve (la Panta-Panda a dire del guidatore possedeva le catene a bordo ma il nostro non avrebbe saputo ne montarle ne se erano quelle giuste…) si passava nell’ordine il casello di Brescia Ovest, la contea di Rezzato, la valle del Virle e si giungeva finalmente nella ridente cittadina per trovare rapidamente l’impianto sportivo dedicato a Papa Woijtila. Ovviamente non potevamo non trovare riscontri papali nella cosa, fin dal bar dell’impianto ecco la “papessa” Montini ex Bagnolo, a seguire tra le fila ospiti ecco Jessica Papa (anch’essa ex Bagnolo) mentre le ospiti, per non essere da meno, schieravano Papetti, quest’ultima però più avvezza alla musica (pare gli piaccia in particolare il Sax) che agli affari della Curia.
Comunque sia la rappresentante di musica sacra era in quintetto per Pontirolo mentre Jessi Papa partiva dalla panca, schieramento in rima per le ospiti con le varie Papetti, Merletti e Perletti (completate dall’ex Trescore Martina Finazzi e la “Big Bubble” Ciccaroni) mentre le locali si affidavano alla “passarina solitaria” Passaro, la “nostra” Cocca, la “preziosa” Zafiro, “The door” Portesi e Marocchi. Al tavolo, infortunata Sara “Lucky” Luciano e la referti sta che ha la grave mancanza di non sapere nemmeno chi sia l’Emilio Rana.
A lasciare un po’ perplessi è il riscaldamento delle ospiti che passano 20 minuti in uno strano sit-in che coach Murante, cugino della stirpe sestese dei Belotti (un pensiero all’amico Roberto scomparso ormai da 5 anni) nonchè dei Crippa, mette in scena prima del via invece che provare campo e fare il canonico riscaldamento. La cosa però funziona alla grande, le sue poco stanche per la ruota e quant’altro partono benissimo col duo Perletti-Finazzi ma anche le locali se la cavano bene con la “nostra Cocca” che fa ottime cose. La partita è scoppiettante con le due squadre che corrono a destra e sinistra e fanno anche canestro (temevamo un 20-17 finale visto i precedenti), al 3° è 8-6 per le locali ma una tripla della suddetta Finazzi propizia un primo allungo ospite. Ci prende gusto l’ex balnearia che poco dopo ruba palla e va in contropiede infilando il +5 per le sue (17 a 12) ad un paio di minuti dalla prima sirena. Minuti che però Urago sfrutta al meglio con Portesi e Sara Mazzoleni per agganciare le avversi impattando sulla sirena a quota 17. Partita vibrante ed equilibrata.
L’equilibrio però si spezza di brutto all’inizio del secondo quarto, le ospiti vanno come trenini, Finazzi è scatenata, raggiunge i 12 punti personali e propizia un devastante 9-0 in 3 minuti, cosa che evidente turba il suo coach che chiama un time-out decisamente incomprensibile. In effetti nei tre minuti seguenti le sue non segnano più ed il prezioso diamante Zefiro può tirar su il morale alle sue fino al 20-30 (6° minuto). A questo punto altro time-out ospite e stavolta le cose si rimettono a posto, Pontirolo pressa e recupera un tot di palloni che capitalizza alla grandissima chiudendo in bellezza un parziale nel quarto di 21 a 3 con una tripla di Perletti. Urago è annichilito ed al canto “il Rana non salta più” dei tifosi ospiti si va al riposo. Rana che per inciso attendevamo per un saluto con famiglia e prole, giusto per verificare di persona se le dicerie del buon Sguaizer avessero fondamento, coach Comero dicendo che la bimba ha tanti capelli non fa che aumentare le nostre perplessità..
Coach Comero che ha il suo bel da fare in spogliatoio per cercare di svegliare le sue, cosa che no gli riesce molto viso che parte con uno 0-5 perentorio che diventa 2-8 dopo 2 minuti per finire a -20 (32-52 al 4°). Stranamente però Urago comincia a dare segni di vita, difende meglio e ruba qualche pallone, non lo capitalizza, ma in 3 minuti becca solo uno 0-2 (32-54 al 7°) per poi fare i tre minuti finali da squadra almeno di serie B Nazionale. Tre minuti che valgono un parziale monstre di 13 a 0 a cui concorrono un’ottima Papa ed una incontenibile “Berta” Bertoldi che segna quattro canestri consecutivi ricordando la famosa colubrina delle guerre dei secoli scorsi. Morale si va al terzo riposo su un insperato (per Urago) 45-55. Mica male visto come si erano messe le cose. Il Rana può tornare a saltellare…
Il momento locale però, nonostante le speranze del folto pubblico, non ha un grande seguito, Papa e Bertoldi si spengono ed i primi 3 minuti si chiudono sul 2 a 2 (due liberi di Perletti ad un canestro di Marocchi), per Pontirolo la bufera pare passata e la difesa torna efficace, a metà quarto sono stati concessi solo i due punti di Marocchi ed il vantaggio torna di sicurezza (61 a 47 al 5°), ci pensa poi Papetti con un bel 5 a 0 a chiudere definitivamente i conti con un 71 a 55 fin troppo esagerato per quanto fatto in campo dalle uraghesi, comunque sia, vista la partita non è sembrato che le due squadre meritino gli zero punti in classifica. Ma ecco tabellini e giudizi:

URAGO O. (6+):

Marocchi 6 (3/7 – 0/1 – 0/0) : 5.5 pericolosa in attacco solo nel finale
Cocca 10 (5/9 – 0/0 – 0/0) : 6+ quatta quatta i suoi punti li fa
Zefiro 6 (3/7 – 0/0 – 0/0) : 6.5 molto attiva in campo. Preziosa.
Passaro 2 (0/8 – 0/0 – 2/2) : 6- la “passarina solitaria” è la mia preferita. Non ha la statura della famosa Stefania ex-vicentina e purtroppo nemmeno la mano ma è tanto simpatica coi suoi codini alla Pippi Calzelunghe.
Portesi 7 (2/9 – 0/0 – 3/4) : 6+ la “door” è giocatrice di fisico e buon talento.
Papa 8 (2/8 – 0/5 – 2/3) : 6 tre quarti maluccio, ma quando si accende nel terzo fa un paio di cose da… Dio.
Mazzoleni 5 (2/5 – 0/0 – 1/2) : 6 dopo Laura ed Elisabetta registriamo anche Sara.
Bertoldi 11 (5/12 – 0/2 – 1/7) : 7 dieci punti in un quarto con 4 perle consecutive. A momenti rimette in piedi la baracca.
Barovelli 0 (0/1 – 0/0 – 0/0) : sv pochi spiccioli
Tonni 0 (0/1 – 0/0 – 0/0) : sv pochi cent

Coach Comero (22/67 – 0/8 – 9/18) : 6 il Rana gli affida il comando di questo manipolo di guerriere. Lui se la cava discretamente, merita l’aumento o quanto meno la discussione del premio partita…


PONTIROLO NUOVO (7):

Merletti 6 (2/7 – 0/0 – 0/0) : 5.5 si perde un po’ con i trini e i vecchi manieri
Papetti 16 (5/7 – 0/2 – 6/8) : 7 gran bel match con un quarto finale da antologia, e poi suona il sax divinamente…
PERLETTI 19 (6/25 – 1/4 – 4/5) : 7.5 IMBEDONNA ARRIVATA. Gioca un po’ alla ciapa e tira tirando spesso e volentieri però ha l’anima della trascinatrice e con 7 punti di fila fa il break decisivo nel secondo quarto.
Finazzi 22 (9/13 – 1/5 – 1/4) : 7.5 decisiva come e quanto Perletti oltretutto sparacchiando un po’ meno. Il meglio lo da nel primo tempo. Moralmente divide l’imbe-premio con la compagna.
Ciccarone 8 (4/7 – 0/0 – 0/0) : 6 la “Big Bubble” ne mastica di basket ed ogni tanto fa il palloncino andando a segno.
Bellante 0 (0/4 – 0/0 – 0/2) : 5.5 la “Fine” non riesce a metterla
Cavalera 0 (0/1 – 0/0 – 0/0) : 5.5 neanche per lei la soddisfazione del canestro
Tadolti 0 (0/4 – 0/0 – 0/0) : 6- nemmeno la Tati la mette. Però ci prova con caparbietà
Bonzani 2 (1/2 – 0/0 – 0/0) : 6 la “Bonz” invece il suo mattoncino lo mette

Coach Murante (27/70 – 2/11 – 11/19) : 7 RIVOLUZIONARIO! Il Che Guevara dei coach.. Fa un riscaldamento-raffreddamento che rende un casino. Ama il brivido con un tuo-emit (time-out al contrario) incomprensibile ma poi sistema tutto. Il bello è che nonostante sia la prima vittoria le sue sono felici e contente. E andiamo…

Arbitro: 6+ non sbaglia nulla… forse solo la dieta.

Il Rana : 4 l’Emilio non si fa vedere, novello Schettino abbandona la nave e i passeggeri che lo aspettano sul ponte 3 del Pala-Ziglioli… Caino! Se lo prendiamo vedrà che fine faranno le sue cosce…
P.s.: scherziamo ovviamente, gli vogliamo bene lo stesso

La Partita: (7): divertente e giocata ad ottimi ritmi con colpi di scena. Ci aspettavamo un match treshissimo invece è stato bello. Da vedere in Imbe-tv. Il cazzaturificio per una volta può aspettare


Se hai inserito un commento e non lo vedi premi F5 per ricaricare la pagina

This site is run by www.marcogiunco.com